0

Le multe sono un deterrente o un incentivo? Dipende...

Posted by Giorgio Tomassetti on 19:18 in , , ,
Oggi vorrei raccontarvi di un esperimento condotto da alcuni economisti in degli asili di Haifa, Israele, per capire in che modo un deterrente può trasformarsi in un incentivo.
Gli asili avevano questo problema: sempre più genitori andavano a prendere i figli in ritardo, costringendo così il personale dell'asilo a rimanere sul posto di lavoro per più tempo (gratuitamente). Gli economisti decisero allora di proporre l'introduzione di una specie di multa per i genitori che arrivavano in ritardo.



L'esperimento è durato 20 settimane. Durante le prime quattro, gli economisti hanno registrato il numero di ritardi, che erano in media 8 alla settimana per ogni asilo.

Nella quinta settimana gli asili hanno introdotto la multa: ogni genitore che arrivava con più di dieci minuti di ritardo, doveva pagare 3$ ogni volta.


Nei giorni seguenti all'introduzione della multa i ritardi...aumentarono: dopo poco diventarono venti alla settimana, più del doppio rispetto a prima.



Quello che doveva essere un deterrente era diventato un incentivo per i genitori ritardatari, perché al prezzo di 3$ al giorno potevano arrivare con calma all'asilo, senza preoccuparsi più di essere in ritardo. In qualche modo si sentivano giustificati nel fare ritardo, perché quel ritardo aveva un costo quasi irrisorio per loro.



Questa storia è tratta dal libro "Freakonomics: A Rogue Economist Explores the Hidden Side of Everything"(www.freakonomicsbook.com) di Steven Levitt e Stephen J. Dubner.




Foto di: leafar

|

0 Comments

Copyright © 2009 Giorgio Tomassetti All rights reserved. Theme by Laptop Geek. | Bloggerized by FalconHive.